- trmtv - http://www.trmtv.it/home -

Costi della Politica. Basilicata in cima alla classifica nazionale. Puglia tra le virtuose

Cinque le tipologie di enti locali sotto osservazione: Regioni, Comuni, Province, Comunità montane ed Enti parco.

Regione BasilicataSono la Valle d’Aosta e il Trentino Alto Adige, con 143,4 euro e 63,5 euro per abitante, le realtà regionali che spendono di più per “mantenere” il ruolo dei rappresentanti politici locali, ma segue a ruota la Basilicata con una spesa di 29,4 milioni di euro (50,8 euro pro capite).

Quando si parla di costi della politica parliamo delle indennità, dei rimborsi, degli acquisti e di tutte le spese di rappresentanza degli amministratori locali, che nel nostro caso lucano sono pari al doppio dell’investimento medio in rappresentanza locale di ciascun italiano (23,2 euro).

A rilevarlo è l’Istituto Demoskopika, che ha rielaborato i dati contenuti nel sistema informativo Siope (per il 2009, 2014 e 2015). Il dato positivo è comunque quello nazionale, in diminuzione rispetto al 2009 (-22,9%). Ammontano a 1,4 miliardi di euro i mandati di pagamento delle tesorerie di Regioni, Comuni, Province, Comunità montane e Parchi per gli amministratori locali.

Sul versante opposto, ovvero le più “virtuose” in tema di spese per la politica si collocano il Lazio (12,8 euro pro capite), e la Lombardia che, per il 2014, ha speso 12,9 euro per abitante. Anche i cittadini pugliesi spendono non poco, ma pochissimo per la politica regionale, (77,9 milioni di euro), in pratica meno della metà di quelli lucani (19,1 euro pro capite).

Share Button