Matera. Prima seduta del nuovo Consiglio Comunale

Non è stato raggiunto il quorum per l’elezione del presidente dell’assemblea: una terza votazione è prevista per la prossima seduta, il 6 luglio.

Consiglio Comunale Matera

La riunione del Consiglio – presieduta dal consigliere “anziano”, Annunziata Antezza (Pd), la più votata tra i consiglieri – si è aperta con la convalida dei consiglieri, che da 40 sono passati a 32.

“Esprimo la mia riconoscenza ad una comunità che ha voluto abbracciare con il suo consenso democratico la nostra candidatura, originato dalle primarie e conclusosi con le operazioni elettorali”.

Con queste parole il Raffaello De Ruggieri ha giurato da sindaco e aperto la nuova consiliatura della massima assemblea cittadina riunita per l’occasione nell’ampia sala dell’auditorium Comunale attiguo al Conservatorio di Musica, che negli anni passati è stato il “Municipio” della Città in piazza del Sedile.

“Un grazie a tutte le donne e uomini che mi hanno votato e non” ha dichiarato il primo cittadino “Grazie a tutti i consiglieri di maggioranza e minoranza. Dobbiamo acquisire profonda ed operativa mentalità di governo, questo sarà il nostro viatico e responsabilità”.

Nel rivolgere un ringraziamento ai consiglieri, al segretario ed ai funzionari comunali ha rivolto un appello alla comunità materana “che deve partecipare al processo democratico di governo”.

“Il popolo” ha proseguito “deve attivare una presenza responsabile, vigilante, attenta, critica. E in questo modo dobbiamo tutti essere sindaci di Matera, sentendoci protagonisti di un percorso di crescita e di progresso.
Duro e gratificante sarà il lavoro che ci aspetta con responsabilità”.

Nel corso della seduta ha preso la parola anche l’ex sindaco Salvatore Adduce il quale ha formulato a De Ruggieri “l’augurio di un lavoro proficuo ed un impegno che possa per i miei auspici continuare un lavoro straordinario che ci aspetta per il ruolo che ha ed avrà Matera nei rapporti del territorio, con un impegno che parte dal sindaco e abbraccia tutti i consiglieri”.

Dopo il giuramento del sindaco, si sono svolte le due votazioni per l’elezione del presidente del Consiglio. La maggioranza ha votato, in maniera compatta, per Angelo Tortorelli, che ha ottenuto 21 voti, non raggiungendo il quorum dei 2/3 necessario per l’elezione nelle prime due votazioni.

Il consigliere del M5S, Antonio Materdomini, ha dichiarato di aver votato scheda bianca. L’ex sindaco, Salvatore Adduce (Pd), invece, aveva annunciato che i rappresentanti della coalizione di centrosinistra che lo ha sostenuto durante la campagna elettorale non avrebbero partecipato al voto “per rispettare l’autonomia della maggioranza. Abbiamo comunque apprezzato la proposta fatta nei giorni scorsi dal sindaco sulla possibilità di una mia elezione – ha aggiunto Adduce – a presidente del Consiglio, che però non si è concretizzata”.

Share Button