Trivelle nel Mar Jonio. Anche la Basilicata ricorrerà al TAR

Foce dell'Agri verso lo Jonio

Foce dell’Agri verso lo Jonio

La Regione Basilicata farà ricorso al Tar “contro il decreto del Ministero dell’Ambiente che ha dato il via libera alle attività di ricerca di idrocarburi nello Jonio da parte della Società Enel Longanesi Developments”.

Lo ha deciso il presidente della Regione, Marcello Pittella, ribadendo che “il governo lucano non darà mai il proprio assenso alle trivellazioni in mare e si opporrà in tutte le sedi, politiche e amministrative, qualora, come in questo caso, dovessero essere posti in essere atti che la Regione non condivide”.

Riguardo al permesso di ricerca ora oggetto di ricorso, la giunta regionale “aveva già espresso a dicembre del 2014 “parere contrario sulla scorta di una valutazione tecnica ben precisa. E cioè che l’intervento è in contrasto con gli obiettivi di tutela ambientale e di rilancio eco-turistico della costa jonica lucana, in quanto, dall’analisi dello studio di impatto ambientale proposto, non è possibile escludere, con ragionevole certezza, l’innesco di impatti negativi significativi a carico dell’ambito marino interessato e delle fasce costiere prospicienti”. Attraverso il suo portavoce, Pittella ha spiegato che nel decreto del Ministero “non vi è riscontro del parere negativo espresso dalla Regione, e questo purtroppo non è l’unico caso in cui le valutazioni di parte lucana sono state disattese”.

Share Button