Potenza. Riportare i conti in ordine. Il Comune spera in un emendamento governativo.

STANZA DEL SINDACO DI POTENZAE’ noto. Entro il 29 aprile il Comune di Potenza dovrà redigere il bilancio stabilmente riequilibrato per il triennio 2014-2016. E ieri la giunta comunale ha preso atto dello schema contabile, che, a seguito dei tagli operati, si presenta in questo modo: “alla fine del 2016 – ha spiegato il sindaco De Luca – prevediamo un perfetto equilibrio tra entrate ed uscite. Ci rimane sulle spalle – ha continuato – il disavanzo accumulato nel 2014 e il disavanzo che si concretizzerà nel 2015 per circa 42 milioni di euro.”

Una somma importante per la quale il Comune spera in aiuto esterno e attende l’esito di un emendamento, presentato in sede parlamentare, al testo unico sugli enti locali che, qualora venisse approvato, consentirebbe il prolungamento del tempo di riequilibrio al 2018 e un abbattimento consistente della sanzione per lo sforamento del Patto di stabilità.In altri termini, si ridurrebbe il debito da 42 a 32 milioni di euro e la Regione potrebbe essere nelle condizioni di farsi carico della somma, impegnandosi a versare una sorta di rata a copertura del debito.

Intanto, il lavoro alla ricerca di soluzioni continua. Stamane il sindaco ha incontrato nuovamente i tecnici regionali mentre, sabato 24 aprile è in programma un consiglio comunale aperto a tutti i rappresentanti istituzionali ai vari livelli. Perchè è chiaro che il tema non è solo tecnico ma anche politico.

Share Button