Potenza. “Gelo” sulla nuova giunta, mentre in città arriva la Commissione liquidatrice.

Maltempo: Basilicata; scuole chiuse per neve, molto ghiaccioPOTENZA – Da qualche giorno la data odierna, 9 febbraio, era cerchiata di rosso sul calendario. Il sindaco di Potenza, Dario De Luca, aveva infatti annunciato la formazione della nuova giunta entro oggi, stesso giorno in cui sarebbe arrivata in Città la Commissione liquidatrice. Delle due, l’una – sarebbe il caso di dire.

La Commissione è di fatto arrivata stamane nel capoluogo, incontrando il Prefetto di Potenza. Nominata dal Presidente della Repubblica la commissione, che gestirà la massa debitoria del Comune, è composta da tre commissari: Michele Ronza, Gaetano Mosella e Mauro Milillo.

Gelo invece, sulla composizione del nuovo esecutivo, sul quale – a dispetto di quello che auspicava De Luca – si è ritornati al punto di partenza. Il sindaco infatti, nelle ore passate ha proposto una giunta di interni, ossia formata da consiglieri comunali. Proposta però che il Pd ha rispedito al mittente, tanto che ieri Iudicello, capogruppo del Pd in consiglio comunale e segretario cittadino, avrebbe addirittura lanciato un messaggio ai suoi colleghi “dem” tra i banchi comunali, la cui sintesi è: chi entra in consiglio lo fa a titolo personale. E’ il partito a dettare la linea. E il partito vuole una giunta di esterni, per evitare la probabile litigiosità dell’esecutivo. Fratelli d’Italia invece dal suo canto è tornata a proporre, per bocca del suo portavoce cittadino, Luciano Petrullo, “la giunta dei sindaci”.

Insomma, anche oggi nulla di fatto. Il dibattito è ingarbugliato su se stesso, e continua ad essere caratterizzato da false partenze e dunque, da nessun punto di arrivo.

Share Button