Visioni per Matera. Il laboratorio politico dei socialisti in vista delle “comunali” di Maggio

Raffaele Tantone (a sinistra) - Giovani Socialisti

Raffaele Tantone (a sinistra) – Giovani Socialisti

MATERA – “Visioni per Matera”, questo il titolo dell’iniziativa organizzata dai giovani socialisti in collaborazione con il PSI, che si terrà domenica 1 febbraio ore 10.30 nella città dei Sassi.

“Il nostro obiettivo” spiega Raffaele Tantone segretario regionale FGS “è innescare un dibattito pubblico su temi come il lavoro,la sostenibilità ambientale,l’accessibilità,l’urbanistica ed il turismo. Per evitare che tali contenuti si dissolvano nel ‘vuoto pneumatico’ dell’attuale fase pre elettorale, che sembra interessarsi più alla vita interna dei partiti che al futuro della città”.

“Anche riguardo a quella che visti i moniti e proclami” aggiunge il segretario cittadino Nicola Andrisani “si annuncia come la prossima ‘crociata’ sulle primarie, pur evitando di richiamare il caso Liguria che tiene banco in questi giorni, credo sia opportuno sottolineare, che la vitalità di tale congegno dipende in larga parte dall’esistenza di una percepibile e netta contrapposizione fra le idee ed i programmi proposti dai candidati, oltre che di una società ed una cultura politica diffusa in grado di minimizzare gli effetti perversi di tale strumento. Sinceramente allo stato attuale non vedo questa netta contrapposizione di idee e di soggetti, e la stessa diffusione di pseudo sondaggi sembra funzionale ad accreditare un consenso politico piu che a monitorarlo”.

Per questi motivi i socialisti dichiarano di non voler seguire “il centrosinistra lungo la strada della guerriglia permanente, su questo punto la sconfitta di Potenza dovrebbe aver insegnato che non ci si puo rinchiudere in alchimie politiche, rispetto ai cittadini che chiedono idee,trasparenza ed etica”.

“Pertanto” conclude il segretario Psi “i socialisti staranno sulle idee, per elaborare soluzioni non convenzionali ai problemi della città, per questo inauguriamo questo percorso di studio e di ascolto, per costruire con la cittadinanza una bussola riformista che indichi le cose da fare a tutto il centrosinistra”.

Share Button