Mollica (UdC): Pittella non perda tempo e impugni l’articolo 38

Francesco Mollica - Consigliere Regionale Udc

Francesco Mollica – Consigliere Regionale Udc

POTENZA – “Il presidente Pittella non perda tempo ed impugni alla Corte costituzionale l’articolo 38”. E’ l’invito che il consigliere regionale, Francesco Mollica (Udc) ha rivolto – attraverso una nota stampa – al presidente della giunta regionale.

Il percorso scelto ed intrapreso il 4 dicembre scorso dal Consiglio regionale della Basilicata, e per il quale lo stesso Mollica aveva espresso voto favorevole, impegna il governatore lucano ad impugnare l’articolo 38, qualora con il “milleproroghe” il governo nazionale non lo modifichi. E le modifiche infatti sono in corso, ma l’interpretazione delle stesse è piuttosto controversa. Secondo alcuni, ad esempio l’onorevole Latronico (FI), i correttivi rafforzerebbero la centralità dello Stato. Da Via Verrastro invece rassicurano, “pazientando” ancora. Il quadro incerto però non soddisfa e il consigliere Mollica ha pertanto invitato a rompere gli indugi.

Sulle modifiche al 38 sono intervenuti anche i consiglieri regionali del M5S, Leggieri e Perrino, che in Consiglio regionale siedono proprio accanto a Mollica. I due pentastellati parlano di “furbizie renziane” e richiamano allo “Sblocca Trivelle”, non ravvisando alcun miglioramento.

Di fatto, in questi giorni il testo del 38 apparirà più chiaro e, “sguinzagliati” i migliori esperti, la Regione potrà impugnare entro il 10 gennaio. Resta però aperto un interrogativo. Le interpretazioni al testo terranno conto delle “licenze poetiche”?

Share Button