Variazioni al bilancio, Adduce: solo 3 in 4 anni

cons-com1MATERA – È tornato a riunirsi nel pomeriggio di oggi, mercoledì 17 settembre, il Consiglio Comunale di Matera. Tre i punti all’ordine del giorno, di cui il secondo, “Piano Comunale per il diritto allo studio”, non è stato discusso per un successivo passaggio in commissione. Ad aprire il lavori dell’assemblea è stata invece la ratifica della delibera di Giunta, numero 255 del 25 luglio. In sostanza una variazione al bilancio, riferita ad alcuni capitoli di spesa, sui quali si sono concentrati gli interventi dei Consiglieri e del Sindaco. In risposta ad alcune perplessità sollevate dal consigliere Toto, Adduce ha fatto notare che nel corso di questi quattro anni si sono registrate probabilmente al massimo 3 delibere di variazione di bilancio in corso d’opera. Questa rettifica in particolare, ha ribadito, è dovuta in parte al blocco imposto dal Patto di Stabilità regionale. Dal taglio squisitamente politico, sempre con riferimento alla delibera in parola, sono risultati inoltre gli interventi dei consiglieri Pedicini e Cotugno del Pd. Quest’ultimo in particolare ha fatto notare come troppo spesso si sia privilegiata la strada dell’urgenza agli interventi di natura strutturale, rimanendo tuttora aperti capitoli strategici, come la gestione del ciclo dei rifiuti e l’affidamento della gestione degli impianti sportivi. Il dispositivo è stato approvato a maggioranza mentre voto unanime si è registrato sul terzo punto, relativo all’acquisizione al patrimonio comunale dei beni demaniali.

Share Button