Comune di Potenza. Querelle Santarsiero – De Luca, la tensione resta alta

De Luca, Pittella, SantarsieroPOTENZA – Dopo la pubblicazione da parte del comune di Potenza dei compensi per lo staff del sindaco che ha scatenato la arrabbiata reazione di Vito Santarsiero, attuale consigliere regionale PD, sono alcuni tra i consiglieri comunali (e anche regionali come nel caso di Gianni Rosa di Fratelli d’Italia) a mantenere acceso il dibattito.

Ognuno, pallottoliere alla mano e bandiera nell’altra dice la sua. Dalla parte di Santarsiero il consigliere comunale Gianpaolo Carretta (PD) secondo il quale sarebbe De Luca a spendere più del suo predecessore, mentre Rosa (consigliere regionale di Fratelli d’Italia) attacca ancora Santarsiero e lo stesso Carretta, per i debiti lasciati “in eredità” dalla precedente amministrazione.

Tutto è cominciato con lo “spostamento” di Rocco Coviello dal consiglio regionale allo staff del sindaco De Luca, per il quale lo stesso primo cittadino ha confermato alla collega Margherita Sarli di aver perfezionato le “pratiche” il 6 agosto scorso a fronte della collaborazione iniziata già con il suo insediamento in municipio.

E’ necessario sottolineare la tempistica del provvedimento, dato che l’attacco a De Luca da parte del centro-sinistra che ha definito il provvedimento come “balneare” è partito proprio con questa nomina. Con tutto quel che ne è seguito.

De Luca conferma che ieri alla conferenza stampa di presentazione di una manifestazione culturale (dove erano entrambi seduti anche se separati dal presidente Pittella allo stesso tavolo) c’è stato un colloquio chiarificatore con Santarsiero.

L’esito però non è ancora chiaro, dal momento che il consigliere regionale del PD non si è presentato all’inaugurazione della strada Leoncavallo, i cui lavori di ripavimentazione sono iniziati con la sua amministrazione e terminati con quella di De Luca, che lo aveva invitato alla cerimonia del taglio del nastro.

Share Button