Consiglio Comunale Pz. Giuzio subentra a Coviello. Cannizzaro: “atto deplorevole nel silenzio del centrosinistra”

Consiglio Comunale Potenza“E’ un atto deplorevole ed intempestivo”. Così, il consigliere comunale Michele Cannizzaro ha definito il passaggio di testimone, avvenuto stamane in  Consiglio tra Coviello e Giuzio di Fratelli d’Italia, alla presenza anche del leader regionale del partito Gianni Rosa. Giuseppe Giuzio ha infatti preso il posto di Rocco Coviello che, eletto nelle scorse amministrative è rimasto tra i banchi dell’assise comunale solo per due mesi, destando non poche polemiche.

In sintesi, il 6 agosto scorso Coviello presentava le sue dimissioni per assurgere ad un diverso incarico. Con delibera comunale è stato infatti istituito l’”Ufficio staff” del sindaco di cui Coviello farà parte.

E in questo primo consiglio post-vacanze, la surroga è stata “violentemente attaccata” da Michele Cannizzaro il quale, pur riconoscendo la legittimità giuridica dell’atto, ritiene “la vicenda costruita a tavolino  e premeditata”. E il consigliere ha anche evidenziato “il silenzio assordante dei due centrosinistra, che mentre – ha detto – se le sono suonate in campagna elettorale, ora sembra stiano preparando un agguato al sindaco”.

Se Cannizzaro non ci gira intorno, il primo cittadino De Luca dal suo canto ha replicato spiegando che “la scelta di Rocco Coviello è motivata dalla fiducia” e dalla sua approfondita conoscenza dei meccanismi politico amministrativi avendo svolto il ruolo di consigliere comunale per un decennio.

Sui banchi del Consiglio Comunale di Potenza dunque, accanto ai temi di più stretto carattere amministrativo, pure all’ordine del giorno, campeggia il tema della geografia politica. “Se per la città – secondo Cannizzaro – non è utile il ritorno alle elezioni”, di certo c’è da capire se, dopo il discusso cambio di ruolo di Coviello, il sindaco troverà una quadra e una soluzione “all’anatra zoppa”.

Share Button