Guerra Israelo-Palestinese, Consiglio Comunale di Matera approva odg

cons-com1MATERA – La politica estera irrompe nell’aula del Consiglio Comunale di Matera. E su una questione non di poco conto: la guerra nella striscia di Gaza, che vede contrapposti l’esercito di Israele e Hamas. Una carneficina in corso ormai da giorni e in cui a perdere la vita sono stati soprattutto i civili. L’ordine del giorno, presentato in consiglio, come era prevedibile ha provocato numerosi interventi. Lo stesso dispositivo è stato approvato solo dopo alcuni ritocchi. La richiesta è quella di un immediato cessate il fuoco, a favore della quale il Consiglio incarica l’amministrazione di farsi portavoce nelle sede governative competenti. Un atto che nei suoi risvolti simbolici ha un suo valore, soprattutto per una città come Matera che si fregia del titolo di città della Pace, malgrado, come è evidente, non riuscirà a fermare le operazioni in corso nei martoriati territori medio orientali. Ad aprire la seduta, sono state invece due interrogazioni. Quella a firma del Consigliere Paterino, con oggetto i ritardi nei pagamenti alle cooperative sociali. E poi quella presentata dal consigliere Toto, sulla riorganizzazione dei flussi dei rifiuti. Nel corso dei lavori è stata inoltre ricordata una notizia comparsa sugli organi di stampa nazionali. Nella classifica relativa ai debiti della pubblica amministrazione, in relazione ai Comuni che pagano in tempo, Matera può vantare un buon piazzamento. In quarta posizione, rappresenta uno dei Comuni virtuosi.

Share Button