Provincia Potenza. E’ emergenza finanziaria. Valluzzi si appella alla Regione.

Palazzo della Provincia di PotenzaPOTENZA – “Lo stato della finanza della Provincia di Potenza ha assunto i caratteri di vera emergenza, raggiungendo la soglia del collasso”. E’ quanto  ha dichiarato ieri Nicola Valluzzi (e si legge in una nota stampa), in qualità di Presidente dell’Ente riformato, davanti alla seconda Commissione Consiliare della Regione Basilicata.

Dietro l’angolo ci sarebbe il dissesto finanziario, in quanto la legge di conversione del decreto 66/2014 ha confermato per la provincia di Potenza un ulteriore taglio di 5,5 milioni di euro, che andrebbe ad aggiungersi ai 61 milioni di euro dello scorso triennio. E a farne le spese sarebbero i cittadini, in quanto le ulteriori riduzioni di entrata, influirebbero sulla tenuta di una serie di servizi, in particolare sulla gestione e la manutenzione di strade e scuole, “la cui apertura – ha dichiarato ancora Valluzzi – in molti territori potrebbe essere addirittura a rischio”.

E mentre il Ministro Lanzetta ha inviato una comunicazione di invito ad erogare i servizi di competenza ai cittadini e ad avviare le procedure per le elezioni dei nuovi membri degli enti riformati, fissate al 28 settembre, il Presidente della Provincia di potenza, in qualità di “copmmissario liquidfatore” ha chiesto alla regione di intrveieire, per “accompagnare l’organismo nel processo di camboiamento in atto e scongiurare il disseto”. “e’ un atto – ha detto Valluzzi – di condivisione di responsabilità che si chiede al Consiglio regionale per non far nascere monco il nuovo Ente che abdrà a costituirsi”. 

Share Button