Matera 90, il Consiglio Comunale dice Sì

 

cons comMATERA – Dopo la seduta al cardiopalma di ieri, il Consiglio Comunale di Matera è tornato a riunirsi questa mattina. Archiviata la pagina burrascosa del bilancio di previsione, a irrompere è stata questa volta la spinosa questione legata all’urbanistica e alle varianti. All’esame dell’assemblea, l’adozione del Programma Integrato di Edilizia Residenziale Sociale e di riqualificazione Urbana in località San Francesco. In altri termini, è approdato in Consiglio il progetto “Matera 90”, che negli scorsi mesi era stato oggetto di critiche ed analisi, da più parti, per i timori legati ad una espansione extraurbana destinata a cambiare i connotati dell’area Sud della città. L’urbanistica, ha fatto subito notare il Consigliere Cotugno del Pd è una materia estremamente complessa. È la disciplina che mira a mettere tutti nelle stesse condizioni. Gli strumenti della pianificazione sono strumenti di civiltà. Il provvedimento in esame, ha fatto ancora notare, fa riferimento ad una variante urbanistica. Stiamo lottizzando e cementificando, ha tuonato, un’area di 50 ettari. Il NO alle varianti urbanistiche è venuto anche da Cotugno di Sel mentre la minoranza ha sottolineato l’assenza di una vera politica di pianificazione urbanistica. Numerosi gli emendamenti presentati, molti dei quali respinti dal dirigente comunale al ramo. A favore del progetto si è schierato il Sindaco, Salvatore Adduce, che ha invitato ad evitare speculazioni e ad evitare di fare, testuali parole, terrorismo urbanistico. Il progetto, ha sottolineato, come prova del resto il suo nome, ha avuto origine nel passato. L’assemblea ha approvato il dispositivo con 21 voti favorevoli, 5 contrari e 1 astenuto.

 

Share Button