Ballottaggio Potenza 2014. I dati dell’affluenza

Luigi Petrone (sx) Dario De Luca (dx)

Luigi Petrone (sx) Dario De Luca (dx)

[aggiornamento ore 23.25]

Alle ore 23.00 ha votato il 48,37 per cento degli aventi diritto. In calo rispetto al primo turno (si votava anche per le Europee), alle ore 23.00 infatti è stata del 75,11.

POTENZA – Potremmo chiamarlo B-day, il giorno del ballottaggio, o più semplicemente il giorno di Potenza che oggi è chiamata ad eleggere il suo sindaco tra i due sfidanti scelti nella corsa a 6 senza esito definitivo del turno elettorale del 25 maggio.

Da un lato dunque, Luigi Petrone, l’avvocato candidato per il centrosinistra che al primo turno ha ottenuto il 47,82 per cento, e che ha già incassato la maggioranza in consiglio comunale.

Dall’altro lato invece, Dario de Luca, l’ingegnere scelto dal centrodestra che nel turno di fine maggio ha ottenuto il 16,79 per cento.

Entrambi uomini esterni ai partiti, entrambi “galantuomi”, come la stampa li ha più volte definiti, mutuando le espressioni utilizzate dagli stessi sfidanti, i quali nei giorni scorsi hanno invitato i 53.591 elettori a recarsi nuovamente al voto.

Petrone oggi dovrebbe poter contare sull’appoggio dell’altro centrosinistra di Roberto Falotico, oltre che sulle liste della coalizione che lo hanno sostenuto: oltre alla sua civica , Pd, Scelta Civica, Centro Democratico, Sel, Socialisti, Socialisti e democratici, Popolari Uniti.

De Luca invece, sostenuto da Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale, e Popolari per l’Italia, non avrebbe incassato il sostegno dell’altro centrodestra guidato da Michele cannizzaro e potrebbe contare solo sull’appoggio di Forza Italia. La dicotomia del primo turno sembra dunque ricompattarsi solo per il centrosinistra.

Oggi si sceglie il sindaco dopo dieci anni di guida Santarsiero e il risultato, stando all’atmosfera che si respira in città , non è affatto scontato. Si confermerà il voto del primo turno o ci sarà quel ribaltamento della situazione, che tra l’altro Potenza ha già vissuto in altre tornate elettorali? Intanto il dato certo è che alle 12 di stamane l’affluenza alle urne era del 13.13 per cento a fronte del 22,01 % che si registrava al primo turno.

Share Button