Europee. Arbia (Tsipras) ha illustrato le ragioni della sua candidatura

Silvana ArbiaPOTENZA – La corruzione dilagante, la presenza di un Partito-Stato e la voglia di mettere al servizio della società il proprio bagaglio di esperienza di giurista sono le ragioni che hanno spinto la lucana Silvana Arbia a candidarsi alle elezioni europee.

“Lascio il mio lavoro di magistrato – ha detto – per investire tutto quello che ho acquisito nella società, in un momento in cui ce n’è veramente bisogno”. E l’Arbia lo fa con Tsipras, perché – ha detto – non ha legami partitici. E poi – ha continuato – “sono una donna meridionale che crede nelle potenzialità del Sud.”

E in riferimento alla Basilicata, il magistrato di Senise fotografa una situazione paradossale, ossia quella di una terra ricca che non è riuscita ad innovarsi e a cambiare rispetto agli anni sessanta quando lei stessa lasciò la Regione. Ora, candidata nel collegio Sud scende in campo per l’Europee con obiettivi precisi.

“Queste elezioni sono molto importanti – ha dichiarato l’Arbia – si devono riequilibrare le priorità e mettere al centro i diritti delle persone, quei diritti fondamentali e non negoziabili. Anche in un momento di crisi finanziaria come questo. Il prossimo parlamento europeo ha un grande compito”

Share Button