- trmtv - http://www.trmtv.it/home -

Centro Democratico. Il ritiro della delega al vice-sindaco di Pomarico è un “atto di ritorsione politica”

Martino (a sinistra) con il sindaco Casolaro

Martino (a sinistra) con il sindaco Casolaro

Un atto di ritorsione politica ancora più odioso a poche settimane dallo scioglimento del consiglio comunale in vista delle elezioni comunali per il rinnovo del sindaco e dell’Amministrazione Comunale: è il commento della segreteria regionale del Centro Democratico alla decisione giudicata “inspiegabile” assunta dal sindaco di Pomarico Casolaro di revocare a Domenico Martino, già candidato alle regionali nella lista CD, la delega a vice sindaco ed assessore all’Ambiente e Territorio.

Martino ricorda che la lista civica “I Moderati” che cinque anni fa ha vinto le elezioni comunali a Pomarico è formata da diversi partiti (tra i quali la DC al quale si richiama) ciascuno dei quali non ha mai rinunciato alla propria autonomia politica. “L’accordo che ho sempre rispettato interpretando il ruolo istituzionale che mi è stato assegnato – aggiunge – riguarda il programma amministrativo per Pomarico ma non può certamente blindare gli esponenti politici costringendoli alle scelte politiche personali del sindaco.
Ho pagato dunque in prima persona il mio sostegno al Centro Democratico di Nicola Benedetto prima in occasione delle elezioni politiche di febbraio e poi con le elezioni regionali che mi hanno visto, sia pure da indipendente, direttamente candidato.
Casolaro, con il suo atto di forza che registra contestazioni all’interno della sua stessa maggioranza, ha voluto ribadire una supremazia che è destinata ad avere ancora poche settimana di vita, in quanto è al secondo mandato da sindaco e non può più ricandidarsi. La mia invece è solo una breve battuta d’arresto di un’attività che, come possono testimoniare i miei concittadini, si è sempre svolta al pieno servizio della mia comunità, con una presenza assidua in Municipio e tra la mia gente, sino ad una sorta di disponibilità h24. Ritengo pertanto che debbano essere i miei concittadini a giudicare, in occasione delle prossime elezioni amministrative, il mio operato e se confermarmi quella fiducia che nelle regionali si è espressa, con mia grande soddisfazione e gratitudine, attraverso oltre 400 voti di preferenza, facendo diventare CD il primo partito di Pomarico”.

Per la segreteria del CD quella di Martino, che continua ad essere consigliere comunale, è solo una pausa nell’attività di amministratore di Pomarico in vista della sua ricandidatura per la quale CD sta lavorando aggregando altre forze politiche e della società civile del paese per costruire una lista di rinnovamento alla guida del Municipio.

Share Button