De Filippo: i 2 euro delle primarie alle famiglie alluvionate in difficoltà (intervista di Nico Basile)

Vito De Filippo - Segretario PD Basilicata

Vito De Filippo – Segretario PD Basilicata

POTENZA – Il Partito democratico della Basilicata destinerà i proventi delle prossime primarie dell’8 dicembre agli aiuti per le popolazioni colpite dalle alluvioni dei giorni scorsi in diverse aree della regione: lo ha annunciato stamani il segretario regionale del Pd, Vito De Filippo, il quale ha rivolto un appello ”ai simpatizzanti e agli iscritti, a donare anche più dei due euro previsti per aiutare tante famiglie in difficoltà”.

In Basilicata saranno circa 700 i volontari e 250 i seggi, aperti dalle ore 8 alle ore 20 di domenica prossima. Lo scrutinio comincerà subito dopo la chiusura delle urne. Nella prima fase delle primarie, lo scorso novembre, i voti validi in Basilicata sono stati 7.978, di cui 3.341 a Gianni Pittella (42 per cento), 2.946 a Gianni Cuperlo (37 per cento), 1.526 a Matteo Renzi (19 per cento) e 165 a Giuseppe Civati (due per cento).

I tre candidati alla segreteria saranno collegati a delle liste per la scelta dei delegati all’assemblea nazionale del Pd, con nove posti assegnati ai democratici lucani: la lista a sostegno di Cuperlo ha al primo posto il viceministro dell’Interno Filippo Bubbico, quella per Renzi il deputato Salvatore Margiotta e per Civati ci sarà Andrea Casarano, giovane dirigente materano del Pd.

Gli iscritti al partito, in Basilicata, sono 6.247: nelle precedenti consultazioni i votanti sono stati in media circa 50 mila, con una punta di 57 mila per le ultime primarie (organizzate per la scelta del candidato presidente della giunta regionale), e i 29 mila delle ”parlamentarie”, che si sono svolte alla fine di dicembre 2012. ”Nell’arco di circa un anno – ha detto De Filippo – i lucani sono stati chiamati per ben sette volte, tra voto e primarie, a partecipare alla vita del partito, e hanno risposto sempre con entusiasmo. Per il Pd la politica è partecipazione e impegno, impegno come quello delle centinaia di volontari che ogni volta rendono possibile il ripetersi di questo straordinario momento di partecipazione e di democrazia”.

Share Button