Regionali lucane. Presentate le liste. Apparentamenti e candidati agitano le acque

 

Regione BasilicataUn test politico che avrà conseguenze anche a livello nazionale. Lo si è capito da subito. Già nel percorso di formazione di alleanze e di liste. Ad esempio, col mancato gradimento da parte del leader di Scelta Civica, Mario Monti, che sarebbe rimasto piuttosto irritato di fronte alla chiusura dell’accordo elettorale in Basilicata e alla candidatura di Tito Di Maggio alla guida della coalizione di centrodestra. Manovre destrorse o centripete, a seconda di chi le giudica, che continuano ad agitare le acque e ad alimentare polemiche ed analisi. “Senza parole” è ad esempio il commento del leader de La Destra, Francesco Storace, in merito alla scelta di Fratelli d’Italia. Parole durissime sull’accordo raggiunto in Basilicata. Hanno trovato il futuro, fa sapere Storace, in un’alleanza col PdL che presenta candidati indagati nello scandalo dei rimborsi. Hanno rinunciato a presentare il simbolo del partito, riunendo in una lista chiamata “Laboratorio Basilicata”, Grande Sud e Scelta Civica, al servizio del candidato presidente, rimasto orfano di Monti. La politica lucana è in fermento, fra presentazioni pubbliche di liste e programmi e aperture di campagne elettorali. Quella di Marcello Pittella è partita simbolicamente proprio dal comitato di Piero Lacorazza, il suo pricipale ma ex avversario alle primarie del Centrosinistra. Si perché bisogna recuperare empatia, modestia e umiltà, sulla strada del cambiamento, come ha avuto modo di ribadire lo stesso Pittella, pronto per altro a prendere atto dell’atto di notifica del Tribunale di Potenza, che ha escluso la lista provinciale “Pittella Presidente”, a causa di un errore nella presentazione della documentazione. I rappresentanti della lista hanno però già annunciato ricorso al Tar. Sarebbero state inoltre rigettate altre due liste, Liberiamo la Basilicata e La Destra Fiamma Tricolore, in provincia di Potenza. Questa mattina intanto a Potenza ha avuto luogo la presentazione dei candidati portavoce consiglieri e del candidato portavoce Presidente del Movimento 5 Stelle. Deve cominciare una nuova era per la Regione, fa sapere il Candidato Presidente dei Grillini, Pedicini. Occorre recuperare la fiducia dei cittadini, ha concluso, per portarli fuori dal buio. Vi ricordiamo che trm-network, nel rispetto delle norme legate alla par condicio, seguirà l’evolversi della situazione politica lucana, in vista delle regionali del 17 e del 18 novembre.

Share Button