Regionali 2013: don Cozzi (Libera), indagati si facciano da parte.

Don Marcello Cozzi

Don Marcello Cozzi

POTENZA – In occasione delle elezioni per il Consiglio regionale della Basilicata, in programma il 17 e 18 novembre prossimi, “si faccia da parte chi è indagato, condannato, sotto processo o ha procedimenti in corso per reati associativi e contro la pubblica amministrazione”.

Lo scrive, in un comunicato, il vicepresidente nazionale di “Libera”, don Marcello Cozzi. “Non si tratta – ha aggiunto – di sterile giustizialismo ma di rispetto nei confronti del disorientamento che sta vivendo un’intera comunità, perché la politica ha il dovere di forti scelte etiche che vadano al di là di quello che decidono i tribunali”.

Per il rappresentante di Libera, “la grande sfida a cui è chiamata la politica in questo momento è recuperare la fiducia delle persone, colmare il baratro che divide il Palazzo dalla strada, trasformare la sfiducia di tanti in un rinnovato patto di cittadinanza democratica. Occorre avviare, dunque, un profondo processo di riscatto della politica, e non solo per recuperare la fiducia persa ma anche perché si evitino pericolose generalizzazioni a danno di quei tanti uomini e quelle tante donne che invece fanno politica con onestà, dedizione e passione. È un percorso difficile ma – ha concluso don Cozzi – necessario che ha bisogno di scelte coraggiose e forti”.

Share Button