Angelino (consigliere materano Gruppo Misto): nel vertice di centro-sinistra Matera non è disposta ad accettare il contentino

Il consigliere comunale materano Giovanni Angelino

Il consigliere comunale materano Giovanni Angelino

MATERA – “Superata la pausa ferragostana la politica lucana torna ad affilare le armi in vista delle elezioni regionali del 17 e 18 novembre 2013 e nella giornata di lunedì 19 agosto è in programma un vertice del PD allargato a tutti gli altri partiti della coalizione del centro sinistra: PSI, SEL, CD, Popolari Uniti, Comunisti Italiani, Rifondazione Comunista, Verdi, UDC e Italia dei Valori. Un vertice importante con il quale evidentemente Roberto Speranza intende sondare le posizioni di tutta la coalizione anche in vista della scelta del candidato presidente per la prossima competizione elettorale”.

E’ quanto afferma in una nota il prolifico consigliere comunale Angelino che in questa estate ha seguito con costanza l’evolversi della situazione politica regionale, sottolineandone i vari passaggi coi suoi comunicati stampa:

“Un appuntamento che potrebbe però ridursi ad una sorta di contrattazione politica in previsione del listino che dovrà essere presentato agli elettori in campagna elettorale. Ancora una volta mi sembra opportuno ribadire la posizione della città di Matera e della sua provincia rispetto a questo importante appuntamento con cui sarà rinnovato il governo regionale. La candidatura della presidenza, come ho più volte ribadito, spetta a un politico materano e questa posizione è stata anche condivisa da un’illustre giornalista della carta stampata. Adesso è arrivato il momento di scegliere e il centro-sinistra se vuole vincere le elezioni senza rischiare nulla non può permettersi di sbagliare. La crisi che sta attraversando il PD sulla sponda potentina è sotto gli occhi di tutti e un materano alla Presidenza della Regione Basilicata sarebbe la soluzione ideale per recuperare la fiducia di tanti cittadini delusi dalle ultime vicende che hanno interessato anche la Regione Basilicata”.

Ed è ancora sul segretario Speranza che prova a far leva:

“Si lavora per le nuove liste e siccome non credo che Speranza voglia distruggere il PD è giusto che metta da parte l’ipotesi primarie e conceda a Matera la possibilità di guidare la coalizione del centro-sinistra alle prossime elezioni scegliendo per esempio tra il presidente del Consiglio Regionale in carica Vincenzo Santochirico, il sindaco di Matera Salvatore Adduce e la deputata Maria Antezza”.

“Se Matera” prosegue Angelino “sarà ancora una volta ignorata dal vertice previsto a Potenza è evidente che nessun politico materano potrà accettare il contentino di una candidatura nel listino, perché la città dei Sassi ha sicuramente le carte in regola per rilanciare, attraverso un candidato presidente credibile tutta la regione, anche grazie alla sua candidatura a capitale europea della cultura nel 2019”.

Share Button