Associazioni Anti-Usura: politica viene meno al bene comune

Don Basilio Gavazzeni

Don Basilio Gavazzeni

POTENZA – “Non vogliamo indubbiamente generalizzare, ma non accettiamo più una politica che nelle sue prassi quotidiane, in Basilicata, sta venendo meno al proprio dna: il bene comune e il bene di tutti”: Lo hanno detto, in una nota congiunta, i presidenti della fondazioni antiusura “Interesse uomo” e “Monsignor Cavalla”, don Marcello Cozzi e don Basilio Gavazzeni.

Secondo i due sacerdoti, “questa anti-politica delle istituzioni ormai stride sempre più fortemente con la voglia di politica di tanti lucani disperati, senza lavoro e senza prospettive future. Gli interventi economici deliberati a partire dal dicembre 2012 dal Comitato regionale antiracket e antiusura, a favore di persone esposte a rischio usura o vittime di usura – hanno spiegato don Cozzi e don Gavazzeni – non sono stati erogati a causa di un assestamento di bilancio che non arriva per le inadempienze e l’incuria di un Consiglio regionale che rinvia di continuo le proprie riunioni. Ci vergogniamo di una politica confinata nelle lotte intestine ai partiti e alle caselle elettorali da riempire. Ci vergogniamo – hanno concluso – di una politica che si muove sulla pelle della gente e che si mostra sempre più distante dalla vita concreta e reale di tanti disperati”.

Share Button