Comunali 2013, cala l’affluenza anche in Basilicata

elezioni-comunali-2012Amministrative 2013. Netto calo dell’affluenza alle urne. Il dato rilevato dal Ministero dell’Interno parla chiaro. Alle ore 19 di ieri, ha votato circa il 44percento degli aventi diritto, con uno scarto di 16 punti rispetto alla tornata precedente. Tendenza cui non si sottrae nemmeno la Basilicata, dove il dato dell’affluenza, alla stessa ora di ieri, si è attestato intorno al 43percento, con uno scarto in questo caso di circa nove punti. Aumenta dunque il fattore astensione, su un totale di 7milioni di italiani chiamati al voto, 44mila dei quali in Basilicata. Dove rinnoveranno Giunte e Consigli, 11 Comuni, tutti con meno di 15mila abitanti: Tricarico nel materano. Atella, Castelluccio Superione, Genzano di Lucania, Lavello, Pietrapertosa, Pignola, Ripacandida, Ruvo del Monte, Sasso di Castalda e Vaglio di Basilicata, nel potentino. Tempo per votare fino alle 15 di questo pomeriggio. Carte rimescolate, in termini di alleanze, in tutta la penisola. Primo test moderatamente significativo, col quale sarà possibile testare stato di salute del Pd, lacerato da lotte interne, a tutti i livelli, la ripresa del PdL, ormai divenuto partito di lotta e di governo, ma anche la tenuta del Movimento 5 Stelle. Modalità di voto piuttosto semplici, soprattutto nei Comuni con meno di 15mila abitanti, dove non ci sarà ballottaggio. Il voto per il Sindaco e quello per il Consiglio sono uniti: votare per un candidato Sindaco significa dare una preferenza alla lista che lo appoggia. Viene eletto Sindaco, il candidato che ottiene il maggior numero di voti.

Share Button