Comunali, 44mila lucani chiamati al rinnovo di Giunte e Consigli

comunali 2012Amministrative 2013. Urne aperte dalle 8 di questa mattina per il rinnovo di oltre 560 Comuni in tutta Italia. Tempo per votare fino alle 22 di questa sera e poi ancora domani, dalle ore 7 alle 15. Sono circa 7milioni gli elettori chiamati al rinnovo di Giunte e Consigli, 44mila dei quali in Basilicata. Undici i comuni lucani coinvolti nella tornata elettorale, tutti con meno di 15mila abitanti, per i quali dunque non ci saranno ballottaggi. Nel materano si vota a Tricarico. Nel potentino si vota invece ad Atella, Castelluccio Superione, Genzano di Lucania, Lavello, Pietrapertosa, Pignola, Ripacandida, Ruvo del Monte, Sasso di Castalda e Vaglio di Basilicata. Per 4 di loro, fra i quali Tricarico e Genzano di Lucania, si tratterà di elezioni anticipate, rispetto alla scadenza naturale del mandato. Nei Comuni fino a 15.000 abitanti si vota con una sola scheda per eleggere sia il Sindaco che i Consiglieri Comunali. Ciascun candidato alla carica di Sindaco sarà affiancato dalla lista elettorale che lo appoggia, composta dai candidati alla carica di Consigliere. Sulla scheda è già stampato il nome del candidato Sindaco, con accanto a ciascun candidato il contrassegno della lista che lo appoggia. Il voto per il Sindaco e quello per il Consiglio sono uniti: votare per un candidato Sindaco significa dare una preferenza alla lista che lo appoggia. Viene eletto Sindaco, il candidato che ottiene il maggior numero di voti. Da un punto di vista strettamente politico, il dato sul numero di elettori chiamati alle urne non è indicativo. Ma l’esito del voto rappresenterà comunque un giudizio implicito sulle scelte delle ultime settimane, che hanno portato alla nascita dele Governo delle larghe intese. Servirà a testare lo stato di salute del Pd, lacerato da lotte interne, a tutti i livelli, la ripresa del PdL, ormai divenuto partito di lotta e di governo, ma anche la tenuta del Movimento 5 Stelle.

Share Button