La nuova giunta regionale a 6 che ci porterà alle prossime elezioni

Il neo vicepresidente Marcello Pittella

Il neo vicepresidente Marcello Pittella

24 aprile. Ore 19.16. Le redazioni lucane ormai provate dal racconto della pesante giornata giudiziaria, si vedono recapitare un comunicato al quale in rapida successione ne segue un altro. Il mittente è Giovanni Rivelli, direttore dell’ufficio stampa della Giunta.

E così la gerarchia delle prime pagine deve essere rimodellata per far spazio alle notizie che nessuno si aspettava di ricevere così presto: in rigoroso ordine di tempo la nomina della nuova giunta e le dimissioni del governatore.

Ma la sequenza conta poco, dal momento che con le dimissioni De Filippo ha di fatto azzerato giunta e consiglio.

La formale lettera deve essere inviata al presidente del consiglio Santochirico che, con un decreto scioglierà il consesso che presiede per andare al voto in breve tempo.

Intanto vediamo chi sono tutti gli uomini del presidente (ormai ex):

Due sono i riconfermati. Marcello Pittella che è chiamato di fatto, a guidare la giunta dal momento che ne diventa vicepresidente ed Attilio Martorano che rimane ben saldo alla Sanità mentre Nicola Benedetto da Bernalda prende il posto della dimissionaria Rosa Mastrosimone all’agricoltura e Roberto Falotico quello di Vincenzo Viti alla formazione. Le “new entry” sono Enrico Cicchetti all’ambiente e Luca Braia alle infrastrutture.

Alla fine per commentatori ed osservatori che in questi mesi hanno ragionato sulla composizione della giunta, sugli equilibri (ed equilibrismi) politici da preservare, sulle quote rose, sugli elementi interni o esterni al consiglio, non resta che mettersi l’anima in pace. Così è deciso.

Share Button