- trmtv - http://www.trmtv.it/home -

Condanne per rimborsi chilometrici fittizi. Le reazioni della politica.

Giuseppe Potenza, segretario DC - Libertas

Giuseppe Potenza, segretario DC – Libertas

Giuseppe Potenza (DC-Libertas): La magistratura non detti i nomi della nuova Giunta De Filippo.

Vincenzo Santochirico (Presidente consiglio regionale): Sorpreso ma fiducioso

“Non posso negare di essere stato sorpreso dalla sentenza, tuttavia sono fiducioso che gli ulteriori gradi di giudizio chiariranno meglio le posizioni dei consiglieri coinvolti”. E’ questo un primo commento dell’attuale presidente del consiglio regionale lucano Vincenzo Santochirico, a margine di una visita presso la sede Ansa di Potenza.

Un’altra reazione ufficiale alla condanna dei consiglieri regionali, due dei quali in carica nell’attuale legislatura, per i “rimborsi chilometrici” fittizi arriva dalla segreteria lucana della DC-Libertas:

“La classe politica e quella dirigente della nostra regione non può consentire che sia la magistratura a dettare al Presidente De Filippo i nomi della nuova Giunta. Occorre uno scatto di orgoglio perché non si confonda la legittima esigenza di legalità con il giustizialismo facile fatto di demagogica e populistica contrapposizione a tutto quanto rappresenta quella che nel comune parlare dei grillini è “casta””.

Il segretario regionale dei democristiani lucani, Giuseppe Potenza si appella nella nota anche al centrodestra “proprio perché colpito dalla sentenza politica con il suo uomo più rappresentativo dei principi di moralità ed eticità” che dovrebbe “far sentire la sua voce ed incoraggiare il Presidente a procedere, al di là ovviamente della posizione di opposizione sul programma ma che non può essere in alcun modo pregiudiziale sui nomi”.

“So bene che siamo in una situazione del tutto inedita per la nostra regione e che è necessario un comportamento di grande responsabilità che richiede, innanzitutto, coraggio per evitare di alimentare ulteriori contrasti con la magistratura nei confronti della quale non deve mai venir meno il rispetto delle funzioni costituzionali. Ma non posso non esprimere – aggiunge Potenza – il più convinto gradimento al profilo di nuova giunta che sembra emergere, un profilo decisamente e marcatamente moderato, con significative presenze di impegno cattolico, che pur con differenziazioni dovute ad esperienze e sensibilità diverse può rappresentare una buona risposta alla domanda di nuova governabilità regionale. Di qui l’incoraggiamento a non rinviare scelte per evitare soprattutto che il vento del sospetto, misto al pettegolezzo che appartiene al dna della nostra gente, possa prevalere sulla buona politica”.

E’ dunque essenziale mostrare autentico coraggio perché altrimenti – conclude il segretario DC-Libertas – l’indecisione si interpreterebbe come uno smacco per tutta la politica lucana di cui nessuno si salverebbe. E allora tanto varrebbe riconsegnare ai lucani ogni decisione”.

Share Button