Nuovo incarico esterno al Comune di Matera. Insorge il consigliere Acito

Enzo Acito (Lista Stella)

Enzo Acito (Lista Stella)

MATERA – Il buon padre di famiglia? Certo non abita al sesto piano del Comune di Matera. Almeno stando a quello che denuncia il consigliere comunale della lista Stella, Enzo Acito. Presto, fa sapere, avremo un nuovo dirigente esterno al patrimonio, con buona pace della razionalizzazione della spesa pubblica e in tempo di spending review. Un buon padre di famiglia, rincara l’esponente della lista Stella, avrebbe agito diversamente. Intanto non avrebbe accantonato le competenze già presenti al suo interno, per nominare un altro dirigente. Con tanto di aggravio per le casse comunali, costrette a sborsare ben 80mila euro in più all’anno, da aggiungere a quelli che già spende per addetto stampa e capo di Gabinetto: rispettivamente 80mila e 90mila euro all’anno. In barba ai numerosi dipendenti, laureati e competenti, ai quali, ribadisce ancora Acito, non viene data la possibilità di cimentarsi con nuove sfide, a partire appunto dalla dirigenza del patrimonio. Li abbandona, scrive testualmente Acito, nominando una figura professionale esterna. Esattamente come già accaduto con la scelta di addetto stampa e capo di gabinetto, figure che tanti sindaci nel passato, fa notare ancora Acito, avevano individuato all’interno della macchina amministrativa. Un buon padre di famiglia avrebbe, se non altro fatto i conti, risparmiando ben 250mila euro l’anno, tanti quanto servono per i tre incarichi esterni, e li avrebbe destinati, conclude Acito, a favore delle fasce deboli, dei lavoratori e dei servizi sociali.

Share Button