A dieta la Giunta Regionale lucana, le reazioni

palazzo-regione-basilicata1POTENZA – La Giunta regionale lucana è a dieta. Per il Presidente del Consiglio Santochirico, il taglio del numero degli assessori, che, per effetto della proposta statutaria approvata dall’assise regionale, passa da 6 a 4, rappresenta una indubbia prova di maturità del Consiglio regionale. L’ampia convergenza registrata su questa decisione, fa sapere ancora il numero uno dell’assise, è un segnale di buon auspicio, anche per la discussione delle prossime settimane, quando il Consiglio regionale sarà chiamato ad esaminare la proposta di legge di riforma dello Statuto della Regione. Dai banchi del PdL, il Consigliere Franco Mattia definisce la scelta adottata dall’assamblea un ulteriore segnale in direzione della forte richiesta dei cittadini di riduzione delle spese della politica. Sul provvedimento adottato dal Consiglio Regionale, meno lusinghiero appare il commento del consigliere Luigi Scaglione. Il vero problema, sottolinea, più che il numero degli assessori è la riorganizzazione della struttura amministrativa e dipartimentale. Non si è dato corso, conclude Scaglione, ad un abbattimento della burocrazia, che ostacola la funzionalità della struttura, a discapito dei cittadini.

Share Button