Verso le politiche, il Centro affila le armi

elezioni-politiche-2013Uno scontro decisivo all’ultimo voto. È quello che avverrà in diverse grandi regioni italiane al Senato, ramo del Parlamento in cui il plotone di centro rappresentato da Scelta Civica, Unione di Centro e Futuro e Libertà si presenta unito, a differenza della Camera. Intanto il Centro affila le armi e presenta programmi e candidati, anche in Basilicata. Come è già avvenuto venerdì scorso, quando è stato il premier uscente in persona Mario Monti, nella veste di leader di Scelta Civica, a presentare a Potenza e Matera le sue linee guida. Ieri invece è toccato all’Udc di Pierferdinando Casini scoprire le carte in terra lucana. A farlo è stato a Potenza il Segretario del Partito, Lorenzo Cesa, che ha difeso la linea dell’Udc, il più fedele alleato e sostenitore del Governo tecnico, fin dalla sua nascita. La campagna elettorale, ha ribadito il numero due del Partito, si sta avvitando intorno a temi lontani dai veri problemi della gente. Qualcuno vuole trasformarla in una Guerra alla Germania, bypassando le vere criticità, che si chiamano lavoro, famiglia e giovani. Cesa ha quindi difeso Napolitano e attaccato il sistema bipolare italiano, che di fatto ha bloccato e imbrigliato il Paese per ben vent’anni. Sende in campo per una Basilicata più forte Futuro e Libertà, che ieri, sempre a Potenza, ha presentato i candidati alla Camera. Fra gli alleati di Monti, è stato sottolineato, il Fli rappresenta la destra. La presentazione della lista è stata anche l’occasione per rilanciare il programma elettorale del partito, che punta a dimezzare il numero dei parlamentari e le spese per i rimborsi. Per il PdL, che ieri a Matera ha aperto la campagna elettorale, rimane in primo piano l’obiettivo rimonta. Liberalizzare, è stato ribadito, sarà il primo obiettivo del presidente Berlusconi, che firmerà i relativi decreti attuativi, che Monti non ha portato avanti.I candidati alla Camera e al Senato, è stato ancora sottolineato, rappresentano la società della Basilicata e lavorano per un progetto politico per rilanciare la regione e il territorio. La campagna elettorale verso le politiche di febbraio segna inoltre il ritorno in Basilicata di Magdi Cristiano Allam, candidato premier di “Io Amo l’Italia”, dopo l’esperienza del 2010. Si conta di ripetere l’exploit, ha ribadito Allam a Potenza, mettendo al centro il valore della famiglia tradizionale, la sacralità della vita, l’uscita incondizionata dall’euro, il rilancio di turismo e agricoltura. Programmi e impegno dei candidati sono stati infine illustrati a Matera, ieri da Comunità Lucana, e questa mattina da Fratelli d’Italia.

Share Button