Riordino province, PdL: in Basilicata rimangano due

MATERA- I parlamentari lucani del Pdl – i sen. Guido Viceconte, Cosimo Latronico e l’on. Vincenzo Taddei – ripresenteranno in Parlamento un emendamento che prevede il mantenimento dell’attuale articolazione dello Stato nelle Regioni (Basilicata, Molise e Umbria) a statuto ordinario che hanno solo solo due province. Lo hanno annunciato gli stessi parlamentari nel corso di una conferenza stampa. L’iniziativa, sostenuta dallo slogan “Matera e Potenza con le due Province salviamo i servizi ai cittadini e l’Unità della Basilicata”, è stata motivata con “la necessità di rispettare le peculiarità storiche e territoriali della provincia di Matera e della stessa Basilicata che con diecimila chilometri quadrati potrebbe avere quattro province”. “La decisione del Governo – ha detto Latronico – presenta contraddizioni sul piano funzionale e costituzionale, tanto più che sono state concesse deroghe ad altre realtà come Sondrio, Belluno, La Spezia e Arezzo. Se si vuole rivedere l’articolazione dello Stato occorre mantenere i servizi. Gli Enti locali possono presentare al governo proposte concrete di tagli alla spesa di strutture inutili”. Taddei, nell’esprimere “rammarico per il tempo perso sulla questione”, ha evidenziato “come il centrosinistra lucano abbia fatto un passo indietro. La questione è stata gestita con i piedi e con una doppia proposta di riordino delle province, con la soppressione di quella di Matera, che ha indebolito la Basilicata nei confronti del governo. Siamo per il mantenimento delle due province. In Parlamento cercheremo alleanze sugli emendamenti e spero che i colleghi del centrosinistra facciano finalmente una battaglia per la Basilicata. Alla Regione, e lo faremo con i nostri consiglieri, chiediamo di votare un nuovo documento che si esprima esclusivamente sul mantenimento a Matera e a Potenza delle due Province”. Viceconte non ha escluso di votare contro,qualora il governo dovesse porre la fiducia sull’argomento. “L’integrità della Basilicata va difesa. Faremo fino in fondo la battaglia sugli emendamenti a tutela del territorio e per i servizi ai cittadini”. Il senatore ha aggiunto di guardare con favore alle richieste di adesione alla Basilicata di comunità campane, calabresi e pugliesi. “Un processo – ha concluso – che va incoraggiato per rafforzare l’azione di una regione dalle notevoli potenzialità”. (ANSA).

Share Button