Gli emendamenti del Pdl alla “Legge di stabilità”.

Potenza – Riguardano gli Enti di irrigazione, le attività estrattive e la ricostruzione post-sisma i tre emendamenti alla “Legge di stabilità” presentati alla Camera dei deputati dai rappresentanti lucani del Pdl, senza dimenticare il riordino delle Province, per il quale il partito ha chiesto una nuova riunione del Consiglio regionale per presentare al governo una proposta univoca. E’ quanto hanno spiegato a Potenza, i parlamentari lucani del Pdl, Latronico e Taddei, e i consiglieri regionali del partito, Pagliuca, Rosa, Napoli, Mattia, Castelluccio e Sarra. Per quanto riguarda gli eventi sismici, per il Pdl è necessario passare dalla fase di emergenza a quella di prevenzione, consentendo di disporre di risorse dirette da affidare agli enti locali per la messa in sicurezza delle strutture. Sul versante delle estrazioni petrolifere, è necessario anche in questo caso lavorare sulla prevenzione e sui controlli a priori sulla sicurezza degli impianti attraverso l’istituzione di un’Agenzia (da finanziare con il due per cento del gettito derivante dai proventi del petrolio) che abbandoni l’idea dei controlli a campione e casuali da trasformare in periodici, ferrei e sistematici su tutte le strutture di estrazione e di trasporto del greggio. L’ultima questione riguarda gli enti per l’irrigazione, chiedendo una proroga dell’attuale gestione commissariale per permettere il completamento dell’azione di risanamento dei conti.

Share Button