Liberalizzazioni, tre farmacie aggiuntive a Matera. Consiglio Comunale individua zone

MATERA – Una farmacia ogni 3mila 300 abitanti. È questo uno degli effetti del pacchetto liberalizzazioni, varato con la legge del 24 marzo del 2012. Dispositivo che, per la città di Matera, comporterà l’apertura di tre nuove farmacie. Ed è stato proprio sull’individuazione delle tre zone del territorio comunale, in cui allocare le sedi aggiuntive, che si è concetrata parte del Consiglio Comunale di Matera, che è tornato a riunirsi questo pomeriggio, in seconda convocazione. A partire dagli esiti dei lavori della competente commissione, che, per giungere alla individuazione delle zone, nei pressi di Agna Le Piane, della zona Acquarium e della Zona 33, ha ascoltato sia l’Azienda Sanitaria di Matera sia l’ordine dei farmacisti. Non sono mancati i colpi di scena, come le due proposte di emendamento dei consiglieri Trombetta e Rondinone, successivamente bocciate, che in sostituzione di alcune delle zone indicate, ne avevano individuato e suggerito altre, rispettivamente borgo Venusio e il rione Serra Venerdì. Il Consiglio Comunale ha approvato il dispositivo con 24 voti favorevoli. Nel corso dei lavori della seduta, la massima assise cittadina ha inoltre detto Si al sostegno al riconoscimento della cittadinanza italiana, sulla base dello “ius soli”, ai bambini nati da genitori non italiani o cresciuti in Italia.

Share Button