Vicenda Ortomatt: Acito, Manuello e Paterino scrivono al Sindaco

MATERA – Controversia Ortomatt Srl e Comune di Matera. La Corte di appello di Potenza non concede la sospensiva del lodo arbitrale e rinvia al 6 dicembre 2016 il giudizio di merito. Circostanza sulla quale, intervengono, con un comunicato stampa i consiglieri comunali Enzo Acito, Doriano Manuello e Michele Paterino, facendo notare che, fino a quella data, qualsiasi azione adottata potrebbe essere sconfessata, dalla Corte di Appello. Insomma, il mancato accoglimento della sospensiva potrebbe indurre Ortomatt a far valere il proprio diritto, al pagamento dell’importo relativo al lodo, salvo poi dover restituire il tutto, interessi compresi, se il giudizio di merito del 2016 dovesse ribaltare la sentenza. È necessario dunque, ribadiscono i tre esponenti politici, che il Comune adotti tutte le azioni a propria tutela. Obiettivo: evitare il rischio di una mancata restituzione delle somme, a seguito della sentenza della Corte d’Appello. Ma ad allarmare Acito, Manuello e Paterino è anche un altro aspetto, di natura gestionale e strutturale. Per realizzare e gestire il nuovo mattatoio comunale e il mercato della frutta di piazza Marconi, l’affidamento è avvenuto ai sensi della legge 1137 del 29, senza procedure di evidenza pubblica. In merito alle scelte progettuali e all’esecuzione dei lavori, nessuna interferenza quindi da parte dell’amministrazione comunale, come per altro è avvenuto. Diretta conseguenza di questo iter procedurale, fanno notare ancora i tre consiglieri, è che ogni soluzione adottata dalla Concessionaria non comporta alcun onere a carico dell’Amministrazione Comunale, se non la preventiva approvazione dei lavori, in termini di semplice presa d’atto. Di esclusiva responsabilità del Concessionario anche gli eventuali difetti di realizzazione. Anche alla luce di queste considerazioni, oggi Acito, Manuello e Paterino scrivono al Sindaco. Prima della presa in consegna del mattatoio e del mercato ortofrutticolo, ribadiscono, si proceda dunque alla verifica della funzionalità degli impianti.

 

Share Button