Riduzione aliquota Imu, Rivelli: aliquote base sono stabilite per legge

MATERA – La tassa sulla casa provoca dissapori nella maggioranza al Comune di Matera. Sulla proposta di riduzione dell’aliquota Imu e sull’aggiornamento delle rendite catastali, è botta e risposta fra il consigliere dell’Ivd, Paterino, e l’assessore al bilancio, Rivelli. L’abitazione principale, sottolinea l’esponente del Partito di Di Pietro, è per la stragrande maggioranza dei cittadini l’unica abitazione. Per questo, ribadisce, occorre fissare l’aliquota al 2per mille. Lo scorso 18 aprile, replica il responsabile al bilancio, il Parlamento ha definito che i Comuni applichino in maniera perentoria lo 04 per le prime abitazioni e lo 076 per le seconde. Non siamo sopra la legge ma sotto la legge e, pur non condividendo l’impalcatura voluta dal Governo, per certi versi lesiva dell’autonomia degli enti locali, fa notare ancora Rivelli, le aliquote base sono stabilite per legge. Sulla questione, interviene anche il Consigliere Enzo Acito, con una proposta di emendamento che diventerà parte integrante del dispositivo. La riduzione dallo 04 allo 02 appartiene alla sensibilità di tutta l’aula, fa notare, ma non si può non tenere conto dei suoi effetti sulle casse del Comune. Valutazione cui si dovrà procedere, attraverso una analisi della conseguente e contestuale riduzione della spesa. Ad animare la discussione anche l’aggiornamento delle rendite catastali, capitolo che gioca un ruolo rilevante sul calcolo dell’Imu. Il tema delle sperequazioni delle rendite catastali continua a provocare uno squilibrio fra le aree centrali e quelle periferiche della città, fanno notare Paterino e Massari. Per quanto riguarda l’aggiornamento, ribadisce Rivelli, con l’agenzia del territorio, protocollo d’intesa e cronoprogramma sono già stati approntati. Tempi relativamente veloci, un paio di mesi, dunque per portare a soluzione questa annosa questione.

 

Share Button