Piano di dimensionamento scolastico, il Consiglio Regionale dice Sì

POTENZA – Piano di dimensionamento scolastico. Il Consiglio Regionale di Basilicata dice Si. Le autonomie del primo ciclo passano da 69 a 56 nella provincia di Potenza e da 32 a 28 in quella di Matera. Le autonomie del secondo ciclo restano 34 in provincia di Potenza e 19 in quella di Matera. La massima assise approva dunque a maggioranza il Piano Triennale, 2012 – 2015, con 18 voti favorevoli, di Pd, Udc, Api, Psi, Pu, Idv, Ial, Plb e Gruppo Misto. Cinque voti contrari dal Pdl e un astenuto nell’Mpa. La scelta, come è emerso nel corso dei lavori del Consiglio, è stata quella di uniformare gli ambiti di programmazione regionale. La riorganizzazione della rete scolastica infatti è stata sviluppata su porzioni omogenee di territorio, con vere e proprie aggregazioni di Comuni, nei cosiddetti Ambiti per i Piani di Offerta Integrata dei Servizi. Cinque, in particolare, quelli individuati nel potentino e 2 nel materano, con l’esclusione dei due copouoghi, per il ruolo ed il peso istituzionale. L’indirizzo adottato, si legge in una nota ufficiale degli uffici regionali, consente alla Regione Basilicata di governare il processo di razionalizzazione della rete scolastica e di tutelare, il più possibile, il personale docente e non docente. Ma anche di evitare che, sulle decisioni, intervenga direttamente il Ministero, con il solo obiettivo di contenere le spese. Le soluzioni adottate, condivise con le Province, procedono all’accorpamento delle Direzioni Didattiche e Scuole Medie. Per le due annualità successive, si procederà al dimensionamento degli Istituti Comprensivi e degli Istituti di Istruzione Secondaria. Si va dunque verso la verticalizzazione di tutto il primo ciclo di istruzione, attraverso l’aggregazione della scuola dell’infanzia, della primaria e secondaria di primo grado in “Istituti Comprensivi”. Decisione condivisa, fanno sapere dalla Regione, anche quella di concepire il Piano su base triennale, per assicurare stabilità alle istituzioni scolastiche, operando scelte graduali e mediate nel tempo.

Share Button