Vendola candidato a sindaco di Gravina; scricchiola ad Altamura l’amministrazione Stacca.

Gravina in Puglia.

Gravina in Puglia – E’ stata ufficializzata nella sede comunale di SEL la candidatura a Sindaco di Gravina in Puglia di Rino Vendola, il quale scenderà in campo sostenuto da Sel, Idv, Puglia per Vendola, Gravina Dinamica, Democratici Sempre, Pri, Mpa e Comunisti Italiani. Vendola, più volte consigliere comunale tra gli anni ’80 e ’90, fu eletto sindaco del comune murgiano nel 2005 in rappresentanza di una coalizione di centrosinistra. Il suo mandato si concluse però in anticipo, il 10 luglio 2008, quando il consiglio comunale fu sciolto per le dimissioni di sedici consiglieri. Il partito democratico decise di ricandidare Vendola a sindaco di Gravina per le elezioni del 2009 vinte però da Giovanni Divella, il quale ha dovuto lasciare lo scorso ottobre la poltrona di primo cittadino, anche lui in seguito alle dimissioni di 16 consiglieri comunali. Per le amministrative 2012, in programma il 6 e 7 maggio prossimi, ad oggi è dato sapere che i gravinesi sulle schede elettorali troveranno dunque il nome di Rino Vendola e quello di Alesio Valente sostenuto da Pd, Upc, Udc, Api, Fli, Democrazia e futuro, Democratici riformisti. Per ora due candidati di centrosinistra in attesa di conoscere almeno un esponente del centrodestra. Ed a proposito di centrodestra, rimanendo in area murgiana ma trasferendosi ad Altamura, non vive un buon momento il sindaco in carica Mario Stacca. Il capogruppo del Pdl in seno al consiglio comunale, Nicola Loizzo, aveva di recente puntato il dito contro il primo cittadino, anche lui del Pdl, in merito al nulla osta per le opere di urbanizzazione primaria che consentirebbero l’istallazione della centrale a biomasse in località Jesce. Stacca ha chiamato così all’appello consiglieri di maggioranza ed assessori per discutere sulle ultime esternazioni di Loizzo. Nella riunione, alla presenza di pochi esponenti della maggioranza, assodata l’incompatibilità politico-amministrativa tra il Sindaco e il capogruppo del Pdl, il primo cittadino ha invitato consiglieri ed assessori convocati a manifestare la volontà di proseguire nella maggioranza o a comunicare con chiarezza la diversa posizione politica assunta. Intanto dal centrosinistra giunge in coro la richiesta di dimissioni del sindaco Stacca ed il riferimento va alla cattiva gestione dell’appalto rifiuti; dall’opposizione dicono:“Governare con la paura significa mal governare e determinare una paralisi dell’azione amministrativa”.

Share Button