E’ tornato a riunirsi il Consiglio comunale di Matera

MATERA – E’ tornato a riunirsi questa mattina, a Matera, il Consiglio comunale. In apertura, come da ordine del giorno, le comunicazioni del Sindaco Adduce all’assemblea, in merito alla vicenda giudiziaria che, il 17 gennaio scorso, ha visto destinatari di provvedimenti restrittivi della libertà personale, il comandante della Polizia locale, Franco Pepe, ed altri tre dipendenti comunali. Pepe, oggi, è ancora ai domiciliari, a differenza degli altri, e l’Ente ha provveduto a sospendere tutti dall’incarico. “Con riferimento ai ruoli rivestiti dal Comandante della Municipale – ha spiegato Adduce – la sovrapposizione degli incarichi è stata rispettosa delle norme in vigore, in materia di gestione del personale e di contenimento della spesa pubblica. I pronunciamenti della Corte dei Conti e del Ministero della Funzione pubblica – ha aggiunto il primo cittadino – riducono i margini di manovra delle pubbliche amministrazioni nell’assunzione dei dirigenti e nella conseguente ridistribuzione degli incarichi”. Quanto alla questione prettamente giudiziaria, Adduce ha ribadito la sua contrarietà alle derive giustizialiste e forcaiole, poco rispettose delle garanzie costituzionali. Il sindaco, inoltre, ha annunciato che l’amministrazione sta predisponendo gli atti per coprire il posto lasciato vacante, al momento, dal Comandante. Al termine delle comunicazioni di Adduce, in aula ha fatto seguito un lungo dibattito che ha coinvolto maggioranza e opposizione, del quale vi daremo contezza nelle prossime edizioni del nostro telegiornale.

Share Button