Un Partito in cerca d’autore. Il PdL riparte dal tesseramento

MATERA – Un partito, che nel materano, è ancora a caccia di una sua precisa indentità. Insomma un partito in cerca d’autore. Il Popolo della Libertà riflette sul proprio futuro, le scelte, gli assetti e gli organigrammi, oggi ancora di più, dopo i recenti sviluppi della politica italiana, costretta, dalla crisi economica e dalla Germania, ad indigesti riposizionamenti. A livello nazionale l’avvento del Governo tecnico ha sparigliato le carte, messo in ombra i leader di un tempo, obbligati, loro malgrado, ad entrare in una maggioranza di emergenza, nata per salvare l’Italia e l’Euro. Sul territorio continua a rimanere invece l’assenza di una spinta propulsiva, una sorta di complesso di inferiorità che da sempre ostacola il confronto col Centrosinistra, da pari a pari. Scongiurare divisioni e spaccature, diventa oggi una necessità, in uno dei momenti più critici per il Paese e per la vita del Partito. Unità, dunque la parola d’ordine, quella invocata, ieri sera, a Matera, a più riprese, da vertici, iscritti e simpatizzanti, nel corso dei lavori del Coordinamento Provinciale, convocato per valutare la campagna di tesseramento. “Si” al confronto, “No” allo scontro: è stato l’invito rivolto al Partito, dal consigliere regionale Romeo Sarra. Duro invece l’intervento di Corrado Danzi, già Senatore nella compagine di Pierferdinando Casini. È tempo di voltare pagina, ha detto, perché solo gli intelligenti sanno mettere da parte il passato per guardare al futuro. Di momento delicato, ha parlato il Senatore Cosimo Latronico. In provincia oltre 3200 le adesioni, ha ricordato, ma di tessere, ha sottolineato, si può anche morire, quando sono poco rappresentative della realtà. Insomma il conto alla rovescia, nel Partito, è già iniziato e non è difficile immaginare che molti nodi saranno sciolti nei prossimi appuntamenti congressuali. Alcune risposte giungeranno probabilmente già nel corso dell’incontro, annunciato per questo pomeriggio, a Matera, dal consigliere regionale Mario Venezia, del quale renderemo conto nelle edizioni del videogiornale di domani. All’orizzonte, possibili rischi di tenuta all’interno del Partito?

 

Share Button