Metropolitana: da 1,5mln a 230mila euro all’anno. Sui costi di gestione, dubbi dal consigliere Acito

MATERA – Metropolitana leggera, ma quanto mi costi? Se lo chiede e lo valuta il consigliere Enzo Acito, sulla base di quanto emerso nel corso dell’acceso dibattito delle ultime settimane, ai dati indicati dalla scheda 21 del Pisus, e a quelli dechiarati dallo stesso Presidente delle Fal, Matteo Colamussi, nel corso della presentazione dello studio di fattibilità e del quadro economico, al sesto piano del Comune, solo due giorni fa. In primo piano i costi di gestione. Colamussi, fa notare infatti Acito, si è soffermato su un dato: i 14 euro e sessanta di costo kilometrico, a carico del Comune. Valore del resto in linea col costo kilometrico pagato dal Comune di Potenza alle Fal, in realtà superiore di soli tre centesimi. Sul costo specifico quindi l’allineamento c’è. I conti non tornano però, evidenzia ancora Acito, sul costo di gestione annuo, a carico del Comune. Dagli 1,5 milioni di euro annui, riportati dalla scheda Pisus 21, si passa ai 230mila euro, forniti, come indicazione, nel corso dell’incontro coi vertici Fal. Somma per altro disponibile, a seguito di una possibile riduzione del 20% del contratto, in corso di stipula, con il soggetto gestore del trasporto su gomma. Calcolatrice alla mano, si tratta ora, come suggerisce Acito di fare qualche calcolo. I numeri di cui tener conto sono: la lunghezza del tracciato, pari, come indicato dallo stesso Colamussi, a 5,2kilometri; la tariffa al kilometro, pari quindi a 14euro e 60; i giorni lavorativi all’anno e il numero di corse quotidiane. Il prodotto di questi 4 valori conduce al costo di gestione annuo. La valutazione degli ultimi due, ovvero i giorni lavorativi e il numero di corse quotiniane, in particolare, fornisce anche una indicazione sulla qualità del servizio fornito alla città. Escludendo i giorni festivi, proprio quando la presenza turistica è maggiore, come fa notare Acito, si scende da 365 a soli 307 giorni lavorativi. Ma veniamo al numero di corse. Ancora sulla base delle dichiarazioni di Colamussi, rincara Acito, sarebbero solamente 10, di cui 5 da Serra Rifusa all’Ospedale Madonna delle Grazie e 5 nella direzione inversa. Insomma:[5,2kilometri per corsa] x [10 corse al giorno] x [307 giorni all’anno] x [14euro e sessanta al kilometro] è pari proprio a circa 233mila euro all’anno, la cifra approssimativamente indicata da Colamussi. I conti così tornano. Ma sulla base di questi numeri, si chiede concludendo il consigliere Acito: questa sarebbe la metropolitana leggera che risolverà i problemi del traffico in città?