Idv, raccolta firme per diritto allo studio e taglio spese militari

MATERA – Il finanziamento del diritto allo studio attraverso il taglio delle spese militari. È questo l’obiettivo della campagna di sensibilizazzione e di informazione organizzata dall’Italia dei Valori, che attraverso i suoi Giovani, ha promosso anche a Matera una raccolta firme, davanti alla sede dell’Università, in via San Rocco. Il principio delle pari opportunità e del diritto allo studio, fanno notare i Giovani dell’Idv, sono sanciti dall’articolo 34 della Costituzione. Nell’anno accademico 2010-2011, sottolineano, la dotazione di circa 100milioni di euro ha garantito solo un quarto delle borse di studio erogate. Con estrema difficoltà, gli enti regionali stanno coprendo i circa tre quarti delle borse erogate, il 25% in più degli anni passati, tassando ulteriormente gli studenti. Per far fronte al problema nell’immediato, i Giovani IdV fanno sapere di aver contribuito all’elaborazione di un emendamento alla manovra, chiedendo che vengano stanziati 200 milioni di euro per questo anno accademico e 150 per il prossimo, ripristinando la tassa di successione sugli immobili di valore superiore a 500mila euro e tassando le rendite finanziarie.

Share Button