Regione Basilicata. Al vaglio della Commissione Bilancio le difficoltà finanziarie dei Capoluoghi

POTENZA – Le difficoltà finanziarie dei Comuni di Potenza e Matera al vaglio del Consiglio Regionale.  Sarà la Commissione “Bilancio e Programmazione” ad approfondire le relative questioni, a seguito delle note difficoltà evidenziate dai rispettivi Sindaci. Solo qualche giorno fa, nel corso di una conferenza stampa, lo stesso Sindaco di Matera aveva infatti lamentato gli effetti che i tagli operati dal Governo con le manovre del 2010 e del 2011 avranno sulle casse comunali: 2milioni di euro per l’anno corrente e ben 5milioni per il 2012. A rischio, come denunciato del resto dall’assemblea dell’Anci che si è tenuta a Brindisi nelle scorse settimane, sono proprio i servizi essenziali. L’obiettivo, ha sottolineato il Consigliere Regionale dell’Idv, Antonio Autilio, che ha annunciato l’interessamento da parte della commissione Bilancio, è quello di verificare la possibilità di attuare le misure specifiche a sostegno degli enti locali, che svolgono funzioni di rilievo sovracomunale, come previsto dall’articolo 43 della Legge Finaziaria 2010. Fra le misure previste, la costituzione di un gruppo di lavoro da parte della Giunta Regionale e l’istituzione di un fondo di un milione di euro per il 2010. Nel corso dell’ultima seduta del Consiglio Regionale, la massima assise ha detto inoltre “Si” a leggi in materia di attività specialistiche odontoiatriche e di microzonazione sismica. Nel primo caso, il dispositivo normativo, approvato all’unanimità, prevede la presenza obbligatoria, negli ambulatori, di un medico iscritto all’albo degli odontoiatri. Per le strutture in esercizio, la legge prevede due anni di tempo per l’adeguamento. Quanto alla microzonazione sismica, il dispositivo normativo approvato avrà ricadute sui Piani strutturali provinciali, i Piani strutturali comunali ed i Regolamenti urbanistici. I quali dovranno adeguarsi solo alla nuova classificazione sismica, con un approccio semplificato basato sull’individuazione della categoria di sottosuolo. A maggioranza, approvato infine il Piano regionale integrato per il diritto allo studio per l’anno scolastico 2011/2012. Più di 7 milioni di euro per migliorare le dotazioni infrastrutturali e i laboratori delle scuole.

 

Share Button