Il consigliere comunale Angelino lascia il FLI; Di Lorenzo commenta

Giovanni Angelino

MATERA – A seguito dell’esito del Consiglio Comunale di Matera di giovedì scorso, il vice-presidente vicario dell’assemblea, Giovanni Angelino, ha annunciato di aver lasciato il gruppo del FLI, nel quale era confluito qualche mese fa dopo la fuoriuscita dal blocco civico d’opposizione. Alla base della decisione, ha scritto Angelino in una nota, vi è il voto non unanime su ogni singolo provvedimento all’ordine del giorno. Il FLI, ha proseguito, è una forza politica disomogenea che ha bisogno ancora di un percorso che ne definisca i valori ed il perimetro delle alleanze. Constato, ha scritto ancora, di essere utilizzato come massa critica e merce di scambio per giochi e giochini, un po’ strizzando l’occhio al PDL ed un po’ al PD, che non mi appartengono. Pertanto, Angelino ha annunciato di aver scelto la strada dell’autonomia, “in attesa che le nebbie che avvolgono da tempo la politica vengano soppiantate dalla chiarezza e dalla visione di lungo periodo”. E il commissario provinciale del FLI, Pasquale Di Lorenzo, appresa la notizia di Angelino l’ha commentata così: “Bene ha fatto il consigliere Angelino a scegliere la strada della fuoriuscita dal Fli, incompatibile con chi intende la politica come un gioco. Non possiamo non nascondere che la sua adesione ci procurava imbarazzo per cui siamo felici della fine di questo rapporto che credo serva soprattutto all’immagine del Fli in città, certi che non commetteremo più errori di superficialità nelle adesioni da parti di eletti in futuro e valuteremo,  non appena ,eleggeremo gli organi statutari il prossimo 26 giugno, con la massima scrupolosità il comportamento di  tutti gli eletti negli enti locali.