Alluvione 1° marzo, De Filippo ascoltato in Commissione Ambiente

ROMA – Il Governatore lucano Vito De Filippo è stato ascoltato ieri nel corso di un’audizione, in Commissione Ambiente della Camera dei Deputati, in merito ai danni dell’alluvione in Basilicata e al blocco degli aiuti statali disposti da una norma del Milleproroghe. La Basilicata ha detto De filippo, non è in condizione di sopportare l’aumento di tassazione che sarebbe determinato dall’applicazione della norma, mentre i cittadini e le aziende delle aree alluvionate hanno bisogno di interventi che la Regione non è in grado di sostenere da sola. Una prima ricognizione, ha spiegato ancora il governatore Lucano, ci ha portato a stimare circa 150 milioni di euro di danni. In attesa dell’ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri, abbiamo avviato un’interlocuzione con il Dipartimento di Protezione Civile e col Ministero dell’Economia. Con la protezione civile l’interlocuzione, ha ribadito, è stata molto positiva. Grandi problemi, invece, ci sono stati col Ministero, per l´applicazione del Milleproroghe. Ad oggi, in totale, ha fatto sapere De Filippo, abbiamo messo in campo circa 5 milioni di euro, dei quali circa 2 milioni a favore dell’agricoltura. Lo stato dei fatti, ha concluso De Filippo, ci ha convinto della necessità di ricorrere alla Corte Costituzionale per impugnare il dettato del decreto Milleproroghe.

Share Button