Consiglio Comunale: rifiuti, mensa scolastica e urbanizzazioni al centro dei lavori

MATERA – È tornato a riunirsi ieri il Consiglio Comunale di Matera. Diversi i temi all’esame della massima assise cittadina. È stato l’intervento, fuori programma, del Consigliere Caputo, ad aprire i lavori. In merito ad alcune vicende giudiziarie risalenti  a dieci anni, cui hanno fatto riferimento alcuni articoli di stampa,  Caputo ha fatto sapere che non avrebbero   nessuna influenza sulla sua eleggibilità, così come confermato da alcuni  colloqui, con funzionari della prefettura ed col segretario comunale. Subito dopo il Sindaco Salvatore  Adduce ha illustrato lo stato di avanzamento sul protocollo d’intesa tra  Comune, Regione e Provincia in merito alla gestione dei rifiuti. Oggi, ha detto il Sindaco, stiamo per ricevere il progetto definitivo relativo alla risagomatura di alcuni settori della discarica. L’inizio delle opere, ha ribadito, è previsto entro la primavera e saranno ultimate in circa due mesi. Procederemo, ha detto ancora Adduce, alla chiusura dell’impianto di compostaggio. I calcoli effettuati, ha detto, confermano che col conferimento dell’umido a Laterza, si giungerà ad un risparmio, anche in relazione alle sole spese di gestione. L’estensione della raccolta differenziata ai borghi, ha inoltre comunicato Adduce, è prevista per la seconda metà del 2011. Il Sindaco si è quindi soffermato su un altro tema di interesse pubblico. In merito alle rilevazioni della centralina mobile dell’Arpab, presente al borgo La Martella, la qualità dell’aria è stata classificata come buona. Solo in presenza di particolari condizioni metereologiche, le emissioni di acido solfidrico risultano più facilmente percepibili, ma in ogni caso al di sotto dei livelli di guardia. Infine, ha ricordato Adduce nel suo intervento d’apertura, delle 3500 tonnellate di rifiuti previste, ad oggi, da Tito, ne sono giunte 2300. La qualità dell’aria è un dato rilevante, ha replicato il capogruppo del PdL, Saverio Acito. Il dato, ha sottolineato, dovrebbe far riflettere in merito alle scelta da compiere. Perché, ha ribadito, i rifiuti dovrebbero essere considerati una risorsa e non semplicemente un problema. Il Consiglio è passato ad analizzare gli altri punti all’ordine del giorno. L’analisi si è concentrata in particolare sul regolamento per il funzionamento dell’osservatorio sulla mensa scolastica: in primo piano funzioni e competenze, con riferimento in particolare figura del nutrizionista. Ampia anche la discussione che ha accompagnato, in campo di pianificazione territoriale, l’approvazione, in variante VEP, al piano di lottizzazione convenzionata, per gli ambiti C5, C6 e C7, sull’asse di penetrazione Matera-Venusio.

Share Button