A Matera il Coordinatore Nazionale di Generazione Giovani

MATERA – È iniziata a Perugia, lo scorso 6 novembre l’avventura giovanile del movimento. I giovani sono oggi di fatto tagliati fuori dalla politica, dall’università e dal mondo del lavoro, ma intravedono in Futuro e Libertà un importante polo di attrazione. Lo ha ribadito questa mattina a Matera, presso la sede di Futuro e Libertà, in via venti settembre, il Coordinatore Nazionale di Generazione Giovani, Gianmario Mariniello, nel corso di una conferenza stampa promossa dalla segreteria provinciale del movimento, alla presenza, fra gli altri, dei responsabili provinciale e cittadino di Generazione Giovani. Secondo tutti i sondaggi, ha ricordato Mariniello, sono proprio i giovani di età compresa fra i 25 e i 40anni, a guardare con fiducia al percorso politico e programmatico tracciato da Fini, con Futuro e Libertà. Occorre superare, ha detto, la condizione di stallo che caratterizza il paese da 15 anni a questa parte e che è facilmente ascrivibile alla condotta e alla linea politica tracciate dal Premier. La globalizzazione ha cambiato profondamente il mondo del lavoro ma il contratto a progetto non può rimanere una condanna a vita. L’obiettivo principale, ha invece ribadito, il portavoce del movimento, Giuseppe Olivieri, è di arrivare entro fine anno a mille iscritti. È giunto il momento, ha ribadito ancora Olivieri, di trasformare l’era post-ideologica in un’era di valori.

Share Button