Riuniti i capigruppo al Comune di Matera

MATERA – Non è andata a buon fine la riunione dei capigruppo svoltasi questo pomeriggio a Matera. Il consiglio infatti doveva essere convocato, cosi come annunciato dal sindaco in questa settimana ma tutto ora rischia di slittare alla fine di agosto. I capigruppo delle liste civiche intanto hanno inviato un comunicato stampa. “Alla fine della Riunione dei capigruppo” si legge nella nota “ rileviamo purtroppo la volontà da parte di questa maggioranza di mantenere la città in uno stato di abbandono e di impasse. Infatti lo stesso Sindaco, che nell’ultimo Consiglio Comunale si era impegnato alla convocazione di una nuova seduta per mercoledì 28, non si è presentato alla riunione dando immediatamente il segno di un’ulteriore fumata nera e di una mancanza di convergenza nella maggioranza sul nome da proporre in votazione in Consiglio. I consiglieri di minoranza hanno immediatamente espresso totale disappunto quando i rappresentanti delle liste dei partiti che compongono la maggioranza hanno richiesto lo slittamento della convocazione del Consiglio Comunale alla fine di agosto o agli inizi di settembre.  Anche l’ ulteriore avvicinamento della data della convocazione al 3 agosto da più parti si è rilevata inadeguata come tempo per raggiungere un’ intesa.  Alla fine di una sterile discussione che è servita solo a manifestare la totale disgregazione di questa maggioranza abbiamo chiesto, unitamente al capogruppo del PDL, la convocazione immediata del Consiglio per venerdì 30 luglio spiegando di essere tutti disponibili in modo neutro a votare come Presidente dell’Assise il consigliere anziano Nunzia Antezza non per accordi di tipo politico né per simpatie ma solo per uscire da uno stallo deleterio e dannoso per tutta la città.  La riunione si è chiusa dando delega alla stessa Nunzia Antezza, in qualità di consigliere anziano, di chiedere al Sindaco la disponibilità per la convocazione immediata del Consiglio. L’eventuale decisione del Sindaco” concludono i capigruppo delle liste civiche “di rinviare la seduta alla fine di agosto sarà il segno evidente  che la misura è ormai colma e che solo ed esclusivamente per sete di potere la città rimarrà paralizzata ancora per molto in uno stato di degrado che è sotto gli occhi di tutti.

Share Button