La maggioranza regionale è divisa secondo Venezia

Mario Venezia, consigliere alla Regione Basilicata

Potenza. La maggioranza di centrosinistra alla Regione Basilicata é già divisa. Il commento del consigliere d’opposizione, Mario Venezia, alla prima seduta di Consiglio, svoltasi ieri, è lapidario ma politicamente ben circostanziato nell’evidenziare le spaccature che stanno frammentando la coalizione di governo. Sintomatici, da questo punto di vista, sono stati gli interventi dei consiglieri dei Socialisti, dell’Italia dei Valori, di Sinistra, Ecologia e Libertà e del Udc, fortemente critici sull’operato del centrosinistra nelle legislature precedenti, ma anche in merito alla composizione della nuova Giunta. Gli esponenti della maggioranza, tra l’altro, parlano di una Basilicata in grave crisi, sociale ed economica, dalla quale fuggono persino gli extracomunitari ma senza rendersi conto che chi la governa da oltre quindici anni sono proprio loro. Venezia insomma è preoccupato per il grave ed evidente imbarazzo mostrato dal centrosinistra lucano all’avvio della nona legislatura, nonostante i tentativi di De Filippo di minimizzarlo, perché ancora una volta la maggioranza dovrà impegnarsi nel risolvere i problemi al suo interno piuttosto che quelli del popolo lucano, con il Presidente che curerà i mal di pancia dei suoi uomini con la logica dell’occupazione del potere fine a se stesso. Ed a pagare, ancora una volta e come sempre, conclude Venezia, saranno i lucani, con la disoccupazione, la disperazione, l’emigrazione e le altre negatività. Per questo occorre una una dura opposizione a tutela degli interessi dei cittadini.

Share Button