Giovanna Melandri a Matera per Adduce

Giovanna Melandri con il candidato sindaco Salvatore Adduce

Matera. Le principali linee di intervento del Governo Berlusconi sono il nucleare e il piano verande. Il Ministero dei Beni Culturali continua invece a subire tagli sanguinolenti, ogni volta che il Cavaliere giunge a Palazzo Chigi. Lo ha ribadito a Matera, Giovanna Melandri, responsabile Cultura del Partito Democratico, che, nel corso di una visita turistica lampo nella città dei Sassi, ha incontrato dirigenti e sostenitori del Partito, presso il Caffè Vittorio Veneto. Sul fronte dello stato del nostro patrimonio artistico, non incoraggia, ha sottolineato la Melandri, la notizia riportata oggi dal Corriere: il Cenacolo di Leonardo rimarrà chiuso il giorno di Pasqua, a causa di una protesta dei lavoratori. La Melandri, che nel 2001 sottoscrisse con l’allora presidente della Regione, Filippo Bubbico, un accordo di programma quadro con cui si finanziava il recupero e la valorizzazione di alcuni beni culturali della città, ha ricordato i vantaggi, di cui, sotto diversi profili, poté godere la città di Bologna, che fu capitale europea nel 2000, anno in cui la Melandri stessa rivestiva il ruolo di Ministro per i Beni e le Attività Culturali. E nel corso dell’incontro di questa mattina, l’ex ministro ha parlato delle iniziative a sostegno di “Matera Capitale Europea” nel 2019.

.

.

.