In Piazza Vittorio Veneto il comizio di Cinzia Scarciolla

MATERA, 21 marzo - Istituzionalizzare gli incontri pubblici, con l’obiettivo di ascoltare tutti i soggetti che sono parte attiva nella città, ma anche introdurre un sistema di valutazione e verifica che coinvolga tutta la macchina amministrativa, a partire dal Sindaco, rafforzare e riproporre i cinque punti di trasparenza per monitorare l’operato di ogni politico. Sono queste solo alcune delle proposte che il candidato alla carica di Sindaco di Matera, Cinzia Scarciolla, ha rilanciato ieri sera nel corso del suo comizio pubblico in Piazza Vittorio Veneto. Siamo in una condizione di scelta drammatica, ha detto la Scarciolla: i partiti, ha ribadito, vivono di inefficienza e sottosviluppo. Un assordante e sostanziale silenzio, ha osservato ancora la Scarciolla, ha accompagnato il fenomeno della cementificazione selvaggia del nostro contesto urbano. Noi, ha detto, non proponiamo feste e balletti né il pane e pomodoro. I rifiuti, le energie rinnovabili, la valorizzazione delle produzioni tipiche e dell’università sono solo alcune delle direttrici fondamentali attraverso le quali è possibile ricavare realmente le risorse. Quanto poi al funzionamento e al monitoraggio della macchina amministrativa, fondamentale, ha osservato ancora la Scarciolla, catalogare il demanio del Comune per individuare che cosa viene concesso e a chi, ma anche posizionare all’interno del Comune piccole stazioni per raccogliere informazioni sul bilancio.