Il candidato sindaco Adduce incontra i giornalisti

Salvatore Adduce, candidato sindaco di Matera per il centro sinistra

Matera. Ha sfidato il vento gelido della fredda domenica di febbraio, Salvatore Adduce, candidato alla carica di sindaco di Matera per la coalizione di centro sinistra. In piazzetta Pascoli, con lo scenario dei sassi alle spalle, ha illustrato le motivazioni della sua scelta di scendere in campo ed i punti principali su cui costruire il programma. “Matera in testa. La passione nel in comune”. Esistono tre modi di fare politica ha detto Adduce “la cattiva politica” disposta a scendere a qualsiasi compromesso pur di conservare il potere, “l’anti-politica” ovvero quella che non si riconosce negli schieramenti e nei partiti e “la buona politica: quella alta che riesce ad interpretare correttamente i bisogni dei cittadini e di tradurli in elementi concreti di crescita. Questo è quello che ci impegniamo a fare.” ha proseguito Adduce “Questa è la nostra politica”. Altri passaggi del discorso letto davanti ai giornalisti ed i sostenitori hanno riguardato la storia e la tradizione della città di Matera, l’impegno ad incidere sulla crisi produttiva del territorio, l’appello rivolto alle liste che concorrono in solitaria con un proprio candidato sindaco. La nostra colazione, diceva nel discorso, ha spazio per le loro idee ed i loro programmi”. L’obiettivo e l’appello di Adduce è quello di vincere al primo turno ed evitare “sparpagliamenti” a cui la città ha già assistito. Ed alla domanda di un collega della carta stampata se questo non significasse per Adduce avere paura del ballottaggio, il candidato sindaco ha risposto dicendo “No. Nessuna paura. Siamo sicuri di vincere.”