Allam scende in campo per riscattare i lucani.

 

Magdi Allam, candidato alla Presidenza della Regione Basilicata

Potenza. Completo grigio, cravatta blu. Non ha il doppio petto ed è un timorato di Dio. E’ Magdi Allam, 48 anni ad aprile, ed ha deciso che la Lucania è la sua terra e che i lucani sono il suo popolo perchè la Basilicata è la regione in cui scende in campo per concorrere alla carica di governatore. Sorridente e poco formale si è rivolto “a coloro che credono nella verità ed amano la libertà” e che Cristiano Allam vuole riscattare perchè vede i cittadini della Basilicata “poveri ed umiliati da un’ ingiustizia imperante e da una classe dirigente corrotta”; “una colonia africana saccheggiata e distrutta dal potere egemonico di pochi”. Una valutazione non proprio positiva della Basilicata e delle persone che ci vivono che poteva anche essere interpretata come una lettura di un popolo con l’anello al naso. Ma a questa nostra riflessione Magdi Allam, che ha incontrato i giornalisti nella sede dell’Assostampa a Potenza, ha risposto spiegando che la sue considerazioni si basano su “dati oggettivi di natura economica non certo legati alla moralità o alla dignità dei lucani”. La famiglia al  centro delle linee guida del suo programma in fase di elaborazione. Anche per questo ha chiesto di non ricevere domande specifiche ma ha comunque illustrato i pilastri del suo pensiero: “sostegno alle micro, piccole e medie imprese, introduzione del quoziente familiare nella tassazione regionale e nell’erogazione dei servizi, turismo ed economia sociale di mercato, economia verde”. E’ convinto di vincere conquistando il voto d’opinione dei moderati contro il voto clientelare. Dalla sua parte, così come lo stesso Allam ha detto, per ora La Grande Lucania, la DC ed i DEC anche se il leader Roberto Falotico non si è ancora espresso direttamente come lo stesso Navazio ed il Movimento per l’Autonomia. Sebbene  sia convinto di vincere ed abbia esplicitamente detto che dietro la sua scelta c’è “la mano del Signore” che lo “incoraggia ad andar avanti”, utilizzando anche espressioni del tipo “sono venuto in mezzo a voi”, sarà davvero difficile senza alleanze superare Defilippo e Pagliuca. Ma questo lo sa bene Magdi Cristiano Allam che nonostante abbia criticato aspramente le aree politiche lucane non ha chiuso del tutto la porta in faccia al PDL.

 

Share Button